212693
Today
Yesterday
This Week
Last Week
This Month
Last Month
All days
74
191
443
211031
3105
5182
212693

Your IP: 54.162.227.37
Server Time: 2018-06-19 03:15:09

Mario Di Donato

MARIO DI DONATO è nato a Pescosansonesco (Pescara) il 1° aprile del 1951 da Eadora D'Alonzo nativa di Piane D'Archi (CH) e Fernando Di Donato di Pescosansonesco.

Il suo primo incontro con la pittura avviene all'età di 6 anni grazie a un libro d'arte su "Giotto" che la maestra gli aveva regalato perché già vedeva in lui "il grande artista". 

Nonostante la giovane età, l'amore per il disegno e la predisposizione naturale a tutte le "arti", lo avvicinarono presto anche alla musica. Amava moltissimo l'organo di chiesa e i cori ecclesia­stici, ma ascoltava volentieri anche i virtuosi esercizi di scale musicali, che suo nonno Fiorindo Di Donato eseguiva sul clarinetto, strumento con cui aveva suonato nel vecchio complesso bandistico di Pescosansonesco. 

Nel 1960 si trasferisce insieme alla famiglia a Pescara. 

Nel 1968 si iscrive al Liceo Artistico della città dove conosce il grande Giuseppe Misticoni 'fondatore della scuola e importante artista) e l'incredibile Andrea Pazienza nel 1970). Andrea, oltre a disegnare le solite caricature "satiriche" (sui professori del liceo, che lo hanno reso famoso) si divertiva a creare manifesti pubblicitari divertentissimi per le partite di calcio che si disputavano tra le scuole di Pescara e la squadra ufficiale dell'Artistico, dove Mario Di Donato giocava con la maglia n° 9. 

Finiti gli studi espone le opere in manifestazioni d'arte di livello internazionale (in più di 500) con il supporto della casa editrice internazionale Passera e Agossa Tota che curava anche tutta la distribuzione nazionale. Storiche l'Esposizione Collettiva a Palazzo Braschi a Roma (1975) e il grande allestimento nel Castello Svevo di Bari nel 1976. 

la "critica artistica/musicale" ha coniato per Di Donato il termine 'Ars Mentis" (Arte Fantastica dell'Anima) e "Metal Mentis" per la musica (Metallo dell'Anima'. Tutto ciò conferma l'artista abruzzese caposcuola del genere, nuovo movimento bifacciale, eh • può contare già numerosissimi sostenitori (amanti dell'unicità e dell'arte musicale) sparsi in molti punti del pianeta. 

Si ricordano sue presenze al premio Nazionale di pittura F.P. Michetti, e le esposizioni alla mostra d'Arte contemporanea premio Sulmona, alla biennale di Bologna nel' 84, alla XII0 biennale Nazionale di pittura di Alatri (FR) nell'81, a Tokio (1983) al culture day, e nell'86 a Hong Kong nella mostra della grafica e disegno contemporaneo. 

Ha allestito in tutta Italia numerose mostre personali. Dal 375 al 1980 perfeziona la tecnica della xilografìa e del B/N presso lo studio dello scultore Giancamillo Rossi. Tra i cicli pittorici di maggior rilievo vanno ricordati quelli sui "racconti Popolari di Pescosansonesco" (1985 - 1992) la realizzazione della storia del Beato Nunzio Sulprizio (1979 - 1998) e varie opere che illustrano la "Divina Commedia". Suoi lavori di grafica ex ad olio sono collocati in vari musei e pinacoteche Italiane tra cui: Roma biblioteca comunale, Firenze, biblioteca Nazionale, .Ancona, biblioteca comunale , (Archivio Arte visite) Bucarest (Romania biblioteca Nazionale. Biennale di Venezia (Archivio) quadriennale di Roma (Archivio) Santuario Beato Nunzio - Pescosansonesco -,museo Comunale e dell'informazione di Senigallia (Ancona Ufficio Statale perla distribuzione pinacoteca Avis, (Suzzara) - Museo Dantesco Fortunato Bellonzi Castello Gizzi Torre De Passeri, - pinacoteca comunale di Frisa (Chieti) - Sala Presidenza regione Sarda (Cagliari) - Museo Nazionale D'Abruzzo sezione Arte Moderna e contemporanea, L'Aquila , - Museo d'Arte Sacra contemporanea (Isola Gran Sasso) San. Gabriele (Teramo) - City Museum And Gallery - England etc. 

Le opere sono in collezione private e Pubbliche in Italia, Germania, Canadà, Svizzera, Francia, U.S.A., Spagna, Polonia, Giappone, Inghilterra, Svizzera, Africa, Russia, Cina etc. 

Notizie riguardanti l'attività pittorica sono custodite nell'Archi\io Italiano del 900 a Firenze, presso il "Kunsthistriches Istitut in Florence", e a Busto Arsizio ,(Varese presso il Museo delle Arti - Servizio Archivio Storico. 

Si sono occupati della sua pittura per le selezioni di Arte Nazionale e Internazionale perso­nalità dell'arte come: Eligio Filippi, Assessore Antichità del Comune di Roma; Jean Dypreau, Direttore del Museo d'Arte Moderna di Bruxelles; Anotole Jakovsky, Accademico di Francia; Renzo Mangonari, critico d'arte; Gilberto Cavicchioli, critico d'arte; Dante Passera e Augusto Agosta Tota; Ediarte organizzazione Roma; On. Dott. Mario Pedini, Ministro per i Beni Cultu­rali; Dott. Carlo Fattore Borgia, Ass. alla Cultura Regione Puglia; Dott. Angelo Fizzarotti, Ass. alla Cultura Comune di Bari; Aligi Sassu, Presidente Premio Sardegna Arte; Cesare Zavattini, scrittore critico d'arte. 

Nel XXIX Premio Michettì del 1975 vince un Premio acquisto con il quadro "Il temporale s'avvicina". 

Nel 1976 alla 3a Mostra Nazionale di pittura "Città di Sulmona" vince il 2° Premio e nel 1983 alla Mostra Nazionale d'Arte contemporanea X Premio Sulmona viene premiato. 

Nel 1985 al XII Premio Sulmona viene premiato con un premio acquisto del Cav. Fabrizi e nel XIV Premio Sulmona con Premio acquisto Prof. Aiicandri Meiutre al XV Premio Sulmona del 1988 viene segnalato dalla giuria. 

Nel 1976 viene invitato alla 2:l Triennale Nazionale d'Arte di Concordia (Modena) e pre­miato. 

Nel 1975 viene invitato a Roma da Ediarte a esporre nel prestigioso Palazzo Brashi, nel 1976 al'n Rassegna Nazionale di Arte nel Castello Svevo di Bari e alla biennale di arte contemporanea di Vilkeidro (Cagliari dove vince il 2° Premio. Nel 1986 a Hong Kong (Giappone) al City Hall Interi .zionale viene segnalato dalla critica giapponese. 

Con lo Pseudonimo di "THE BLACK" (Nome di culto) Mario Di Donato, è considerato nel circuito Rock (DARK METAL) Italiano ed Internazionale uno dei massimi rappresentanti eli questa espressione musicale. Dal 1971 suona in tutta Italia in grandi raduni Rock, e locali di Heavy Metal. 

Ha all'attivo 22 lavori discografici; (CD-LP) più tributi e compilation (con 3 case discogra­fiche) Minotauro Records di Pavia, Black Widow di Genova e Markuee di Milano. 

Ha rilasciato interviste su mensili musicali Internazionali ed Italiani, ha scritto articoli su "Flash Europa" su "Arte e Storia", è presente su varie Enciclopedie del Rock Nazionali ed Internazionali. Nel libro "Il Rock in Abruzzo" (2000) è c ilocato tra i massimi artisti protagonisti del rock nazionale, nati in Abruzzo. Attualmente scrive artici.'i sull'arte, su Metal shock e Flash riviste nazionali di musica rock. 

I "The Black" è l'uni, ;o gruppo italiano di dark metal invitato al più grande raduno mondiale di Heavy metal che svolge in Germania nel mese di luglio, con la presenza di oltre trenta gruppi provenienti da tutto il mondo. Il Festival ideato dalla tedesca Heflion si chiama "Headbangers open air" ed è alla sua decima edizione 2007 . 

  

MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE DAL 1971 

1971   - Pescara - Camera di Commercio - concorso per "Pescara Economica" (Bozzetto). 

1972   - Pescara -1° Premio internazionale di pittura. 

1973  - Pescara -1° Premio Internazionale Abruzzo Pittura. 

-  Parma - 2° Premio Ducato di Parma. 

-  Ortona -1° Premio Nazionale di pittura. 

1974   - Pescara -2° Premio Internazionale di pittura. 

-  Ari (CH) -1° Premio Nazionale di pittura. 

-  Pescara -1° Premio di pittura Exspem. 

-  Pescara-10 Premio Nazionale di pittura. 

-  Campobasso-2° Concorso Nazionale di pittura "Premio Molise".